top of page
  • Immagine del redattoreDavide Pagani

E-commerce B2B




Da una discussione reale avvenuta poche settimane fa tra me e un imprenditore, di cui ho grande rispetto, è nata questa discussione. Siamo partiti dal confronto tra due note piattaforme, stesso scopo (creare e gestire un e-commerce b2b), approcci nettamente diversi.


WooCommerce vs Shopify


Le differenze principali tra WooCommerce e Shopify riguardano la piattaforma su cui sono costruite e le relative funzionalità.


WooCommerce è una piattaforma di e-commerce open-source che funziona come un plugin di WordPress. Può essere aggiunto a qualsiasi sito web WordPress esistente, trasformandolo in un negozio online. WooCommerce offre una grande flessibilità e controllo sul negozio, permettendo di personalizzare completamente l'aspetto e le funzionalità. È possibile gestire gli aspetti tecnici, come l'hosting e la sicurezza, in modo autonomo, ma richiede una certa competenza tecnica per essere configurato correttamente.


Shopify, d'altra parte, è una piattaforma di e-commerce completamente ospitata. Ciò significa che non è necessario preoccuparsi dell'hosting, della sicurezza o delle attività di manutenzione del sito. Shopify offre un'interfaccia intuitiva e facile da usare, che consente di configurare rapidamente un negozio online. Ha anche un'ampia gamma di temi e plugin disponibili per personalizzare l'aspetto e le funzionalità del negozio. Shopify è particolarmente adatto a coloro che preferiscono una soluzione più semplice e che non desiderano gestire la parte tecnica. Altre differenze tra WooCommerce e Shopify includono:

  1. Costi: WooCommerce è un software open-source gratuito, ma ci sono costi associati all'hosting del sito web, all'acquisto di un tema e ad eventuali plugin o estensioni aggiuntive. Shopify offre piani di abbonamento a pagamento che coprono l'hosting e l'utilizzo della piattaforma.

  2. Scalabilità: entrambe le piattaforme sono in grado di gestire negozi online di qualsiasi dimensione, ma Shopify tende ad avere una migliore scalabilità in termini di traffico e volume di vendite, poiché si occupa dell'infrastruttura tecnica.

  3. Personalizzazione: WooCommerce offre maggiore flessibilità nella personalizzazione del negozio online, poiché è possibile accedere al codice sorgente. Shopify, d'altra parte, ha un'interfaccia di personalizzazione più user-friendly ma potrebbe avere alcune limitazioni rispetto a modifiche più avanzate.

  4. Supporto: entrambe le piattaforme offrono supporto agli utenti, ma Shopify ha un servizio clienti più diretto e una vasta comunità di utenti.

La scelta tra WooCommerce e Shopify dipende dalle tue esigenze specifiche. Se desideri maggiore flessibilità e controllo sul tuo negozio online, e hai conoscenze tecniche o un team di sviluppatori, WooCommerce potrebbe essere la tua scelta. Se preferisci una soluzione più semplice e ospitata, con un'interfaccia intuitiva e supporto dedicato, Shopify potrebbe essere la scelta più adatta. Per un e-commerce b2b quale è la soluzione migliore ? Per un e-commerce B2B (Business-to-Business), entrambe le soluzioni, WooCommerce e Shopify, possono essere adattate per soddisfare le esigenze specifiche del settore B2B. Tuttavia, ci sono alcune considerazioni da tenere in considerazione nella scelta della soluzione migliore:

  1. Funzionalità specifiche per il B2B: Entrambe le piattaforme offrono funzionalità B2B, ma Shopify ha una serie di funzionalità native specifiche per il B2B, come la possibilità di creare cataloghi personalizzati per i clienti, listini prezzi basati sulle quantità di acquisto, gestione degli account aziendali, creazione di account per i team di acquisto, ecc. WooCommerce, invece, richiede l'installazione di estensioni o plugin aggiuntivi per ottenere funzionalità B2B avanzate.

  2. Scalabilità: Se prevedi un volume di vendite B2B elevato o un numero significativo di clienti, Shopify potrebbe essere una scelta migliore in termini di scalabilità. Shopify è stato progettato per gestire negozi online di grandi dimensioni e può gestire un alto volume di transazioni.

  3. Personalizzazione: Se desideri un maggiore controllo sulla personalizzazione del tuo negozio B2B, WooCommerce potrebbe essere la scelta migliore. Poiché WooCommerce è basato su WordPress e open-source, offre una maggiore flessibilità nella personalizzazione del design e delle funzionalità del negozio.

  4. Integrazioni: Entrambe le piattaforme offrono una vasta gamma di integrazioni con strumenti di contabilità, CRM (Customer Relationship Management) e altre applicazioni aziendali. Verifica quali integrazioni specifiche per il B2B sono disponibili per entrambe le piattaforme e se soddisfano le tue esigenze aziendali.

  5. Costi: Considera i costi associati all'implementazione e alla gestione del tuo negozio B2B. Valuta i costi di abbonamento mensile di Shopify rispetto ai costi di hosting, sviluppo e gestione del tuo sito WooCommerce.

Ci sono altre piattaforme e-commerce b2b valide oltre a queste due Sì, ci sono diverse altre piattaforme e-commerce B2B valide oltre a WooCommerce e Shopify. Ecco alcune di esse:

  1. BigCommerce: BigCommerce è una piattaforma di e-commerce che offre funzionalità specifiche per il B2B. Supporta la creazione di account aziendali, la gestione dei prezzi personalizzati per i clienti, le autorizzazioni di acquisto, i cataloghi personalizzati e altre funzionalità B2B avanzate.

  2. Magento: Magento è una piattaforma di e-commerce open-source che offre una solida soluzione per l'e-commerce B2B. Fornisce funzionalità per la gestione dei prezzi basati sulle quantità, l'integrazione con sistemi di gestione dell'inventario (IMS), l'elaborazione degli ordini all'ingrosso e altro ancora. Magento richiede una conoscenza tecnica più avanzata per l'implementazione e la gestione.

  3. SAP Commerce Cloud (precedentemente Hybris): SAP Commerce Cloud è una piattaforma di e-commerce B2B scalabile e personalizzabile che offre funzionalità avanzate come la gestione di account aziendali, la creazione di cataloghi personalizzati, la gestione dei contratti e la personalizzazione dei prezzi.

  4. OroCommerce: OroCommerce è una piattaforma di e-commerce B2B open-source che offre funzionalità specifiche per le aziende che operano nel settore B2B. Supporta la gestione degli account aziendali, la gestione dei prezzi personalizzati, la gestione degli ordini all'ingrosso e altre funzionalità B2B avanzate.

  5. Salesforce Commerce Cloud: Salesforce Commerce Cloud, precedentemente noto come Demandware, è una piattaforma di e-commerce cloud che offre funzionalità B2B avanzate, come la gestione degli account aziendali, la personalizzazione dei prezzi, la gestione degli ordini all'ingrosso e l'integrazione con il sistema CRM di Salesforce.

"Sono solo alcune delle piattaforme e-commerce B2B disponibili sul mercato. È importante valutare attentamente le esigenze specifiche della tua azienda e confrontare le funzionalità, i costi e le capacità di personalizzazione di ciascuna piattaforma prima di prendere una decisione." Parliamo di BigCommerce


BigCommerce è una piattaforma di e-commerce basata sul cloud che offre una solida soluzione per il B2B e il B2C. È particolarmente adatta per le aziende che desiderano creare negozi online scalabili e funzionali, con un focus specifico sul settore B2B. Ecco alcune caratteristiche e punti di forza di BigCommerce:

  1. Funzionalità B2B avanzate: BigCommerce offre una serie di funzionalità specifiche per il B2B, come la creazione di account aziendali, la gestione dei prezzi personalizzati per i clienti, la personalizzazione del catalogo per diversi gruppi di clienti, la gestione degli ordini all'ingrosso e l'integrazione con strumenti di gestione dell'inventario. Queste funzionalità consentono alle aziende di creare esperienze di acquisto personalizzate per i loro clienti B2B.

  2. Scalabilità: BigCommerce è progettato per gestire negozi online di qualsiasi dimensione. La piattaforma è altamente scalabile e può supportare un alto volume di traffico e transazioni. Ciò significa che puoi far crescere il tuo negozio senza preoccuparti della capacità di gestione della piattaforma.

  3. Facilità d'uso: BigCommerce offre un'interfaccia utente intuitiva e facile da usare. È possibile creare e gestire facilmente prodotti, categorie, pagine, promozioni e altre funzionalità attraverso il pannello di controllo. Inoltre, la piattaforma offre una vasta documentazione e supporto per aiutarti nel processo di configurazione e gestione del tuo negozio.

  4. Ampia scelta di temi e integrazioni: BigCommerce offre una vasta gamma di temi responsivi e personalizzabili per personalizzare l'aspetto del tuo negozio online. Inoltre, la piattaforma supporta numerose integrazioni con strumenti di pagamento, spedizione, contabilità, marketing e altre applicazioni aziendali per consentire una gestione efficiente del tuo negozio.

  5. Sicurezza e conformità: BigCommerce si impegna per garantire la sicurezza dei dati dei clienti e dei pagamenti online. La piattaforma offre crittografia SSL, conformità PCI DSS (Payment Card Industry Data Security Standard) e monitoraggio dei rischi per proteggere le transazioni e i dati sensibili.

  6. Supporto e assistenza: BigCommerce offre un'ampia gamma di risorse di supporto, tra cui documentazione, guide, webinar e una comunità online attiva. Inoltre, è disponibile anche il supporto clienti via chat, email e telefono.

BigCommerce è una piattaforma a pagamento e offre diversi piani di abbonamento con diverse funzionalità e limiti di vendita. I costi dipenderanno dalle esigenze specifiche del tuo negozio e dal volume di vendite previsto. Tra Shopify e BigCommerce quale sarebbe una scelta adatta per un'azienda attiva su 15 paesi (Europa, USA, Giappone), che vende tramite rivenditori autorizzati e vuole integrare alla piattaforma ERP e CRM. Sia Shopify che BigCommerce sono piattaforme di e-commerce solide e adatte per un'azienda con un fatturato di 15 milioni di euro, presenza internazionale e la necessità di integrare un ERP e un CRM. Entrambe le piattaforme offrono funzionalità avanzate e supporto per la scalabilità. Tuttavia, in base alle specifiche esigenze, prenderei in considerazione i seguenti punti:

  1. Funzionalità B2B: Se l'azienda vende tramite dealer autorizzati, BigCommerce potrebbe essere una scelta migliore poiché offre funzionalità B2B avanzate come la creazione di account aziendali, la gestione dei prezzi personalizzati per i clienti, i cataloghi personalizzati e altre caratteristiche specifiche per il settore B2B. Shopify, invece, richiede l'installazione di app o estensioni aggiuntive per ottenere funzionalità B2B avanzate.

  2. Presenza internazionale: Entrambe le piattaforme supportano la vendita in diversi paesi, ma Shopify ha una presenza internazionale più consolidata, offrendo una maggiore assistenza per la gestione di pagamenti multi-valuta e la localizzazione di negozi in più lingue. Shopify Plus, la versione enterprise di Shopify, offre funzionalità specifiche per la vendita internazionale e la gestione dei negozi multilingua.

  3. Integrazioni ERP e CRM: Entrambe le piattaforme offrono integrazioni con diversi sistemi ERP e CRM. Tuttavia, dovresti verificare quali specifiche integrazioni sono disponibili per i sistemi ERP e CRM che utilizzi o che desideri implementare. Assicurati che l'integrazione offra la connettività e le funzionalità necessarie per soddisfare le tue esigenze aziendali specifiche.

  4. Supporto e assistenza: Valuta il livello di supporto e assistenza offerto dalle due piattaforme. Entrambe hanno un servizio clienti solido, ma Shopify è noto per il suo supporto diretto e una vasta comunità di utenti che possono fornire aiuto e risorse aggiuntive.

  5. Costi: Considera i costi associati all'utilizzo delle piattaforme. Shopify ha un modello di abbonamento mensile che può variare a seconda delle tue esigenze e dell'edizione (tra cui Shopify Plus per le aziende di grandi dimensioni). BigCommerce offre anche piani di abbonamento a pagamento che dipendono dalle tue esigenze specifiche.

In sintesi, entrambe le piattaforme possono soddisfare le tue esigenze, ma considerando l'importanza delle funzionalità B2B e la presenza internazionale, BigCommerce potrebbe essere la scelta migliore. Da queste ultime considerazioni come valuteresti un confronto tra BigCommerce e WooCommerce Il confronto tra BigCommerce e WooCommerce dipenderà dalle esigenze specifiche del business. Ecco come poter valutare entrambe le piattaforme:

  1. Funzionalità B2B: Se il tuo business B2B richiede funzionalità avanzate come la creazione di account aziendali, la gestione dei prezzi personalizzati, la creazione di cataloghi personalizzati e altre funzionalità specifiche, BigCommerce potrebbe essere una scelta migliore. WooCommerce può supportare funzionalità B2B tramite l'installazione di plugin aggiuntivi, ma richiederà un po' di lavoro di configurazione.

  2. Scalabilità: Entrambe le piattaforme sono scalabili, ma BigCommerce è una piattaforma basata sul cloud che offre servizi di hosting, manutenzione e aggiornamenti inclusi nel pacchetto. Questo può semplificare la scalabilità del tuo negozio senza doverti preoccupare dell'infrastruttura tecnica. Tuttavia, con le giuste configurazioni, WooCommerce può essere altrettanto scalabile, ma richiederà maggiore attenzione alla gestione dell'hosting.

  3. Personalizzazione: Se desideri un maggiore controllo sulla personalizzazione del tuo negozio, WooCommerce potrebbe essere la scelta migliore. WooCommerce è basato su WordPress, una piattaforma estremamente flessibile e personalizzabile. Puoi sfruttare i temi e i plugin disponibili per personalizzare il design e le funzionalità del tuo negozio in modo più approfondito rispetto a BigCommerce.

  4. Integrazioni: Entrambe le piattaforme offrono integrazioni con diversi strumenti di terze parti, ma WooCommerce può vantare di un ecosistema molto vasto di plugin e estensioni grazie alla popolarità di WordPress. Ciò significa che potresti trovare un'ampia gamma di integrazioni disponibili per le tue esigenze specifiche.

  5. Costi: I costi possono variare tra BigCommerce e WooCommerce. BigCommerce ha un modello di abbonamento mensile con varie opzioni di prezzo, mentre WooCommerce è open-source e gratuito. Tuttavia, i costi per WooCommerce includeranno l'hosting, i domini, i temi e le estensioni e configurazione e gestione tecnica che possono avere un impatto considerevole sul budget complessivo.

A questo punto se dovessimo fare una classifica tra BigCommerce, Shopify e Woocommerce per un utilizzo B2B come sarebbe costruita la classifica Costruire una classifica tra BigCommerce, Shopify e WooCommerce per l'utilizzo B2B dipenderà dalle priorità e dalle esigenze specifiche del business. Tuttavia, basandoci su vari fattori, possiamo ipotizzare::

  1. BigCommerce: BigCommerce offre funzionalità B2B avanzate di serie, come la gestione dei prezzi personalizzati, la creazione di account aziendali e la personalizzazione dei cataloghi. La piattaforma è scalabile e offre un'esperienza pronta all'uso per le aziende B2B. Se la tua priorità principale è una soluzione B2B completa e pronta all'uso, BigCommerce potrebbe essere la scelta migliore.

  2. Shopify: Shopify è una delle piattaforme di e-commerce più popolari e offre anche funzionalità B2B tramite l'installazione di app e l'utilizzo di estensioni. Sebbene Shopify richieda un po' più di configurazione per abilitare funzionalità B2B avanzate, ha una vasta gamma di app e integrazioni disponibili per soddisfare le esigenze specifiche del tuo business.

  3. WooCommerce: WooCommerce è una soluzione open-source basata su WordPress. Offre una grande flessibilità e una vasta gamma di plugin e temi per la personalizzazione del tuo negozio. Tuttavia, potrebbe richiedere un po' più di lavoro di configurazione per abilitare funzionalità B2B avanzate rispetto a BigCommerce e Shopify.

È importante considerare anche altri fattori come l'esperienza di utilizzo, la facilità d'uso, l'assistenza clienti e i costi associati a ciascuna piattaforma. Aggiungiamo un ultimo giocatore: Prestashop PrestaShop è una piattaforma di e-commerce popolare e solida che offre funzionalità B2B.

  1. Funzionalità B2B: PrestaShop offre una serie di funzionalità specifiche per il settore B2B, come la gestione dei prezzi personalizzati, l'assegnazione di account aziendali, la creazione di cataloghi personalizzati, l'integrazione con sistemi di gestione delle scorte (ERP) e la possibilità di gestire ordini all'ingrosso. Tali funzionalità consentono di gestire efficacemente le vendite e le transazioni tra aziende.

  2. Flessibilità e personalizzazione: PrestaShop è un software open-source, il che significa che puoi personalizzarlo e adattarlo alle tue esigenze specifiche. Ci sono numerosi temi e moduli disponibili per estendere le funzionalità del tuo negozio e personalizzarne l'aspetto e le caratteristiche. PrestaShop offre anche un sistema di gestione dei moduli integrato per semplificare l'installazione e la gestione delle estensioni.

  3. Comunità e supporto: PrestaShop ha una comunità di sviluppatori e utenti attiva, che offre supporto e risorse per risolvere eventuali problemi o domande che potresti avere. Ci sono forum di supporto, documentazione e tutorial disponibili per assisterti nella configurazione e gestione del tuo negozio PrestaShop.

  4. Costi: PrestaShop è una piattaforma open-source gratuita, il che significa che non ci sono costi di licenza per utilizzarla. Tuttavia, dovrai considerare i costi associati all'hosting, all'acquisto di temi o moduli premium e alle eventuali personalizzazioni o sviluppi su misura che potrebbero essere necessari.

  5. Scalabilità: PrestaShop è una piattaforma scalabile che può adattarsi alle esigenze del tuo business man mano che cresce. Puoi gestire un numero crescente di prodotti, utenti e transazioni senza problemi significativi.

PrestaShop può essere una buona scelta come piattaforma B2B se desideri una soluzione flessibile, personalizzabile e scalabile. Nel caso di multilingua, Prestashop può supportarlo o meglio altre piattaforme PrestaShop supporta la gestione di negozi multilingua, consentendoti di creare e gestire più lingue sul tuo sito web. Puoi tradurre le descrizioni dei prodotti, le pagine statiche, i messaggi di conferma e altri elementi del negozio in diverse lingue. Nel pannello di amministrazione di PrestaShop, è possibile aggiungere facilmente lingue aggiuntive e gestire le traduzioni tramite l'interfaccia di traduzione integrata. Ci sono anche moduli disponibili nel marketplace di PrestaShop che possono facilitare ulteriormente la gestione multilingua, come i moduli per la traduzione automatica o la gestione di cataloghi separati per ogni lingua. Tuttavia, se la gestione multilingua è una priorità fondamentale per il tuo negozio e-commerce, potresti anche valutare altre piattaforme che offrono funzionalità multilingua più avanzate e integrate di default. Ad esempio:

  • Shopify ha un supporto multilingua integrato che ti consente di creare negozi in più lingue senza dover ricorrere a soluzioni di terze parti o moduli aggiuntivi. È possibile gestire facilmente traduzioni, valute, regole fiscali e altre impostazioni specifiche per ciascuna lingua.

  • Magento è una piattaforma di e-commerce altamente scalabile che offre funzionalità multilingua avanzate. È possibile gestire negozi separati per ogni lingua o utilizzare un unico negozio con traduzioni per le diverse lingue. Magento offre anche funzionalità di localizzazione, come la gestione delle valute, delle tasse e delle regole di spedizione specifiche per ciascuna lingua.

  • Utilizzando il plugin WooCommerce su WordPress, puoi sfruttare l'ampia gamma di estensioni e plugin disponibili per gestire negozi multilingua. Ad esempio, puoi utilizzare plugin come WPML o Polylang per gestire traduzioni e impostazioni multilingua.

E se dovessimo fare un paragone tra Prestashop, Shopify e Woocommerce?

  1. PrestaShop:

  • Vantaggi: PrestaShop è un software open-source gratuito che offre una maggiore flessibilità e controllo sul tuo negozio online. Supporta la gestione multilingua, ha una comunità attiva di sviluppatori e offre funzionalità specifiche per il settore B2B.

  • Svantaggi: PrestaShop richiede un po' più di conoscenze tecniche per la configurazione e la gestione. Potrebbe richiedere più tempo e sforzo per ottenere il negozio desiderato, specialmente se hai bisogno di funzionalità avanzate o personalizzazioni complesse.

  1. Shopify:

  • Vantaggi: Shopify è una piattaforma di e-commerce facile da usare, con un'interfaccia intuitiva che non richiede competenze tecniche avanzate. Offre una vasta gamma di temi e app pronte all'uso per estendere le funzionalità del tuo negozio. È ottimizzato per l'esperienza mobile e offre un'infrastruttura affidabile e scalabile.

  • Svantaggi: Shopify è una piattaforma a pagamento con costi mensili che possono aumentare in base al piano scelto e alle app aggiuntive necessarie. Potrebbe offrire meno flessibilità in termini di personalizzazione rispetto a PrestaShop, specialmente se hai esigenze specifiche.

  1. WooCommerce:

  • Vantaggi: WooCommerce è una soluzione e-commerce gratuita basata su WordPress, che offre una vasta gamma di temi e plugin per la personalizzazione del tuo negozio. Essendo integrato con WordPress, hai accesso a un'ampia comunità di sviluppatori e risorse. Puoi sfruttare la flessibilità di WordPress per creare un sito web completo con funzionalità di e-commerce.

  • Svantaggi: WooCommerce richiede un po' più di configurazione rispetto a Shopify inizialmente. Potrebbe essere necessario investire in hosting di qualità per garantire prestazioni ottimali. Se non hai esperienza con WordPress, potrebbe essere necessario acquisire conoscenze aggiuntive o dipendere da un professionista per la configurazione e la gestione.

PrestaShop è una buona scelta se desideri maggiori opzioni di personalizzazione e funzionalità B2B. Shopify è ideale per una soluzione pronta all'uso e facile da gestire. WooCommerce è una scelta solida se vuoi un negozio basato su WordPress e desideri la massima flessibilità e controllo.


In conclusione, Shopify si distingue per la sua facilità di uso ed implementazione immediata, ideale per chi desidera avviare rapidamente un negozio online senza competenze tecniche avanzate. WooCommerce offre una buona facilità d'uso grazie all'integrazione con WordPress e la vasta gamma di risorse disponibili, ma richiede una configurazione iniziale più approfondita. PrestaShop richiede un livello di competenze tecniche più avanzato e può richiedere più tempo per configurare e personalizzare il negozio.



"Ed ora al lavoro. Mettiamo in pratica questo processo"


Davide Pagani - Consulente in Sales & Marketing and Digital Transformation


e-mail: davide.pagani76@gmail.com


mobile: +39.347.96.43.418

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

CRASH

Comments


bottom of page